domenica 10 ottobre 2010

Database scacchistici per Mac: da dove cominciare

scid
La gestione di un database scacchistico è ormai diventato un mezzo molto importante per un serio approccio allo studio del gioco. Con un appropriato database si possono consultare le partite di giocatori importanti, studiare le aperture che giocano il tuoi prossimi avversari, costruire un repertorio di aperture, fare ricerche di ogni sorta (per posizione, per pattern, per giocatore, per evento, ecc.). Un database può inoltre includere o interfacciare diversi motori (engine) scacchistici per l’analisi delle partite.
I più famosi database scacchistici sono programmi i commerciali Chessbase (di cui esiste una versione free, Cblight) e ChessAssistant, entrambi per piattaforme Windows.
Sono un utente Mac, per cui mi sono messo di buona lena a cercare a che punto siamo arrivati nello sviluppo di piattaforme in ambiente mac, molte tra l’altro gratuite. Sono passati un pò di anni e ho scoperto che...






scid

OK, si va dritti ad installare SCID, ottimo programma freeware sviluppato da Shane Hudson e più recentemente da Pascal George, oggi giunto alla versione 4.2. 
I testi nel sito sono in inglese ma non è difficile orientarsi verso il download.

Qui c’è il sito di sviluppo di SCID: http://scid.sourceforge.net/

Qui c’è il download della versione 4.2.2 pacchettizata per mac: http://cachivaches.chauca.net/scid/

Il programma dispone di un help in inglese che vale assolutamente la pena di consultare.

Ok, installato. Ora devo caricarmi un bel pò di partite. 
Dove posso trovare un bel database di partite in formato PGN (portable game notation)?

Un favoloso megadatabase database di partite, aggiornato e pulito, è ICOfYbase e si trova qui: http://icofy.blogspot.com/

Contiene oltre 4 milioni di partite (!) ed è diviso in 5 file PGN da scaricare divisi per ECO code (l’ ECO è un codice di classificazione internazionale delle aperture).
Per aggiornarlo con le ultimissime partite la risorsa più affidabile è TWIC, the week in chess (ma ce ne sono altre come ChessOK), che sforna settimanalmente un report di tutti i maggiori tornei del mondo con relative partite PGN.

I file PGN appena scaricati vanno poi convertiti/inseriti nel database SCID che utilizza un suo formato proprietario per velocizzare di molto le operazioni di lettura/scrittura in questi database mastodontici.
Prima creo un nuovo database SCID cliccando l’icona in alto a sinistra (create a new SCID database). Gli do un nome e poi importo i files PGN in questo nuovo database:

Menù Tools à import file of PGN games...

OK, sono a 4.449.921 partite caricate: non resta che l'imbarazzo di scegliere da dove iniziare...
Prossimamente vedremo come usarlo, magari insieme a un programma di analisi.

Nessun commento:

Posta un commento